La Chiropratica e la donna incinta

Dr. Marco Caravaggio D.C. con Daniela Dolcetti

 

LA CHIROPRATICA SE SEI INCINTA? ASSOLUTAMENTE SÌ 

Dobbiamo fare le nostre congratulazioni a tutte le donne che durante la gravidanza riescono a smettere di fumare e a mangiare in modo più consono usando cibi più sani. Oltre a ciò è provato che le stesse, se ricevono cure chiropratiche prenatali, mostrano un interesse più accentuato verso lo sviluppo del proprio bambino: i controlli regolari fatti dal chiropratico, uniti a sane abitudini di vita, creano migliori opportunità di far nascere un bambino sano e felice.  Considerando un gruppo variegato di persone è stato riscontrato che le donne incinte sono tra coloro che più hanno giovamento dai trattamenti chiropratici: infatti una colonna vertebrale libera da sublussazioni è una della cose che più permette di adattarsi alla fatica della gravidanza permettendo alle future mamme un travaglio più breve e un’esperienza meno sconfortante.

 

LA CHIROPRATICA PER IL SUO CORPO E PER IL BAMBINO

Il chiropratico esaminerà la vostra colonna vertebrale alla ricerca delle sublussazioni vertebrali (malposizionamenti o non perfetti movimenti delle articolazioni vertebrali) che creano stress sul sistema nervoso. Ma come avviene questo meccanismo di tensione spinale e interferenza del sistema nervoso? Possiamo trovare la risposta nel libro scritto dal chiropratico D. Epstein, I 12 stadi della guarigione: la salute, il benessere e la completezza sono funzioni di un sistema nervoso libero da interferenze. I medicinali, l’alcool, l’inquinamento atmosferico, i conservanti chimici contenuti nei prodotti alimentari sono da annoverare tra i fattori che causano interferenze. Inoltre sono fonte di interferenze anche le radiazioni elettromagnetiche, gli schermi dei computer, le luci ad alta frequenza, gli aerei, i telefonini cellulari e le coperte elettriche. Anche la pressione fisica esercitata sul sistema nervoso dall’ossatura, dai tumori, dalle ferite o da altre cause di tensione meccanica, (strappi, stiramenti, compressioni o alterazioni del sistema nervoso), producono consistenti alterazioni delle funzioni e inibiscono la naturale capacità di guarigione del corpo. L’effetto combinato di tali diversi stress e l’incapacità del sistema nervoso di negoziarli, producono una sublussazione della colonna vertebrale.

Durante la gravidanza vari fenomeni possono portare a sperimentare effetti negativi e scomodi per la donna incinta: lo sviluppo rapido del feto, i vari cambiamenti ormonali, il rilassamento dei tessuti connettivi e dei legamenti, lo spostamento del baricentro possono creare dolore e altri sintomi che possono essere alleviati dalla Chiropratica. Oltre ad aiutare e sollevare dallo sconforto le donne incinte, la Chiropratica eliminando le sublussazioni normalizzerà le funzioni del sistema nervoso contribuendo a ridurre lo stress e aiutando il corpo a sviluppare le strategie di auto correzione: senza sublussazioni il corpo aumenterà la resistenza alle malattie, esprimerà più completezza e salute, sarà meno stanco di un corpo che non viene “aggiustato”.

Questo è il messaggio essenziale della Chiropratica: tutto questo è estremamente importante per le donne in attesa di un bambino in quanto un corpo sano, forte e in salute è indispensabile per poter affrontare i rigori della gravidanza e della nascita.

LE PREOCCUPAZIONI DI UNA FUTURA MADRE

Spesso le future madri vengono assalite da dubbi tipo: “Riuscirò a portare a termine la gravidanza? Il bambino si sta evolvendo in modo normale? Sarà un travaglio facile e sicuro? E soffrirò di mal di schiena, di gambe, di sciatalgia, di nausee ecc.?”

Nessuno può fornire risposte adeguate a tali domande ma la Chiropratica può, in molti casi, dare un aiuto ad alleviare queste ansietà e sintomi.

Da molti anni ormai le donne incinta che hanno usufruito della Chiropratica nel periodo prenatale hanno dimostrato la validità di tali cure: minori difficoltà di travaglio, meno dolori durante la gravidanza, meno nausee ma soprattutto, secondo una ricerca dell’American Chiropractic Association pubblicata nel luglio del 1964 sul “Journal of Chiropractic” molte donne hanno dichiarato che la cura chiropratica (la correzione delle sublussazioni) ha permesso loro di portare a termine gravidanze più semplici rispetto alle precedenti.

NON È UN LUSSO, È ESSENZIALE

Nella vita esistono a mio parere 4 cose essenziali e sono: ossigeno, acqua, cibo… e la quarta? È sempre stata trascurata dalle persone e dagli operatori sanitari ed è chiamata energia nervosa. Tale energia, se vogliamo usare una metafora, è simile alla corrente elettrica del nostro sistema nervoso e anima ogni cellula, tessuto e organo del nostro corpo. Quindi la Chiropratica è essenziale, che si sia malati o perfettamente sani, in quanto permette a questa energia di fluire liberamente.

“WELLNESS” BENESSERE DEL NUOVO MILLENNIO

L’aggiustamento vertebrale è la chiave mancante nel programma di una gravidanza sana e felice: infatti, secondo Claudia Howe, chiropratica di fama nell’ambito della Chiropratica pediatrica, il “wellness (benessere) è sottoporsi ad aggiustamenti vertebrali per ottimizzare la biomeccanica e la funzione del sistema nervoso, permettendo al corpo di raggiungere un alto livello di integrazione neurofisiologico”. Tanti chiropratici mettono a disposizione della donna incinta lettini speciali che permettono di allungarsi in posizione prona, consentendo così una posizione comoda e rilassata. Spesso il lettino chiropratico è l’unico posto dove la futura mamma riesce a sentirsi comoda e rilassata. Frequentemente le mie pazienti mi dicono: “Finalmente posso stare sdraiata! Che bello riuscire a stare a pancia in giù! Mi sento cosi sollevata!”

IL BAMBINO PODALICO

Spesso i bambini si presentano per il parto in posizione podalica (a piedi in avanti al posto della testa): anche in questo caso la Chiropratica potrebbe essere d’aiuto.

Il dottor Larry Webster, chiropratico dell’ICPA (International Chiropractic Pediatric Association) ha sviluppato e messo a punto una tecnica per aiutare la posizione podalica nei nascituri.

Grazie a questa tecnica si possono alleviare e liberare gli stress presenti nel bacino della mamma permettendo all’utero di rilassarsi, facendo in modo che il bambino possa girarsi naturalmente a testa in giù, evitando nel contempo la possibilità di un parto cesareo, rischioso e non piacevole per la madre in quanto è sempre un intervento chirurgico con i suoi problemi e rischi.

La Chiropratica, grazie anche al lavoro di équipe che dovrebbe esistere tra chiropratico, ostetrica, ginecologo e medico, può sicuramente aiutare il nascituro e assicurargli un mondo migliore.

 

Tutti gli articoli