La Chiropratica, il parto e il neonato

Dr. Marco Caravaggio D.C. con Daniela Dolcetti

 

Nella filosofia della Chiropratica sappiamo che la natura è perfetta e sa tutto quello che deve fare, sempre che non ci sia qualche interferenza che impedisce questo processo. La gravidanza e il parto sono processi fisiologici naturali, e non delle malattie. Questi processi hanno bisogno del nostro supporto e fiducia con meno interventi possibili. Come Chiropratico spero che i genitori cerchino dei bravi operatori sanitari come ostetriche, massaggiatori, Chiropratici e medici attenti ai processi naturali, che diano loro supporto ed educazione riguardo a un parto naturale. 

 Partorire come facevano le nonne? Forse è il modo migliore!

La professione della Chiropratica e quella delle ostetriche sono molto simili nell’approccio verso la cura della salute delle partorienti. Condividiamo il riconoscimento e la fiducia verso la saggezza interna del corpo. In entrambe le professioni si ha un profondo impegno verso le procedure di nascita “non invasive”. La maggiore preoccupazione è la forza applicata sulla testa e il collo del bambino durante la nascita. Posizioni non naturali della madre durante il parto si aggiungono al rischio di un trauma (Gardosi J, Hultson N).

Quindi forse il modo migliore di partorire è quello come facevano le nostre nonne, a casa?

Albers LL e Katz VL dell’Università di Medicina e odontoiatria del New Jersey hanno scoperto che gli ambienti non tradizionali (come per esempio la propria abitazione) portano vantaggi per le donne in gravidanza a basso rischio, in confronto con le nascite effettuate in ospedale.

Il parto… causa della prima sublussazione vertebrale

Il parto naturale molto spesso può creare dei problemi nel vostro bambino, e non è detto quindi che solo un parto cosiddetto traumatico come un parto cesareo, con la ventosa o con l’uso del forcipe possa creare degli squilibri. A. Towbin, un medico esperto del trauma spinale e del bulbo cerebrale, racconta: “Il processo della nascita […] è un avvenimento potenzialmente traumatico e scioccante […] Gli stress meccanici imposti da manipolazioni ostetriche e anche l’applicazione di procedure standard ortodosse, possono rappresentare un trauma per il feto. I traumi principali della nascita sono quasi tutti di natura neurologica”.

Purtroppo tanti traumi subiti durante il parto sono trascurati o non diagnosticati. Un segno evidente può essere un’insufficienza respiratoria nel neonato, mentre altri problemi correlati a questi traumi possono manifestarsi durante la crescita del bambino. Questo latente danno neurologico è spesso provocato da quello che noi Chiropratici chiamiamo “sublussazione vertebrale”. Le sublussazioni sono zone della colonna vertebrale che interferiscono con gli impulsi nervosi che viaggiano dal cervello alle varie parti del corpo e viceversa.

Il dr. Larry Webster, esperto nella cura pediatrica chiropratica, ha sottolineato l’importanza della Chiropratica a questo riguardo: “Dato che [le sublussazioni vertebrali] stanno intervenendo di più nel processo della nascita […] l’aggiustamento chiropratico diventa più importante per il futuro del bambino”.

Consuetudine

Una giusta nutrizione durante la gravidanza, esercizio e cura chiropratica regolare, aiutano a creare l’opportunità migliore per una salubre crescita prenatale. I genitori si preoccupano di procurarsi tante cose, vestiti, pannolini, seggiolino ecc., ma chi di loro si preoccupa del trauma della nascita? Anche con un parto “naturale” le sublussazioni possono sempre esserci. Con i segnali neurologici vitali danneggiati, la salute del vostro bambino è compromessa già dal suo primo respiro. Solo un esame chiropratico può verificare la presenza di sublussazioni. Come si fa per sapere se c’è un danno neurologico? I sintomi si possono vedere già da subito (ma non sempre è così). Secondo Gutman G, uno studio recente rivela che su un campione di 1.250 bambini esaminati 5 giorni dopo il parto, 211 soffrono di vomito, iperattività e insonnia. Anormalità spinale è stata trovata nel 95% di questi neonati. Con degli “aggiustamenti spinali” è stato riscontrato spesso nei neonati diminuzione del pianto, rilassamento muscolare e sonnolenza. I ricercatori hanno notato che una colonna non sana è causa di “tanti danni motori centrali (insonnia, scoordinazione, crisi epilettiche), nonché un sistema neurovegetativo indebolito (vomito, problemi digestivi e intestinali) e diminuzione delle difese immunitarie, specialmente nelle orecchie, naso e gola”.

Gli stress continuano…

Le cause delle sublussazioni nel vostro bambino non si fermano al parto. Uno studio condotto da Kravitz, Driessen, Comberg e Karach, ha dimostrato che il 47,5% dei neonati durante il primo anno di vita cade da una certa altezza (dal letto, culla, fasciatoio ecc.), e spesso a testa in giù. Immaginate quindi l’effetto che hanno queste cadute sul loro fragile collo e sulla loro colonna vertebrale.

Un’altra fonte di stress spinale (sublussazione), può essere causata dal cambio dei pannolini, in quanto le gambe possono essere tirate con forza, in modo asimmetrico o erroneo, creando torsione nel bacino o alla colonna.

Le mamme che allattano i propri figli in modo naturale, cambiano spesso mammelle: questo cambiamento aiuta lo sviluppo neurologico del bambino, perché da l’opportunità di avere stimoli esterni alle orecchie e agli occhi in modo alternato (perché quelli appoggiati al seno della mamma, rimangono momentaneamente ostacolati). Quindi per le mamme che allattano i propri figli con l’ausilio del biberon, sarebbe opportuno cambiare spesso posizione (una volta usando il braccio destro, un’altra il sinistro), in modo che il bambino abbia uno sviluppo neurologico normale. “I bambini devono essere liberi di muoversi il più possibile, perché se questo movimento viene limitato, inibisce la formazione di connessioni neurologiche (sinapsi) del cervelletto” (Greenough W). Queste opportunità di sviluppo si presentano solo nei primi 2-3 anni di vita. Privato di un ambiente stimolante il cervello del bambino soffre. Interferenze nel sistema nervoso dovute a una sublussazione vertebrale possono ridurre il potenziale per la crescita e per lo sviluppo ottimale del bambino.

Quali altre conseguenze possono derivare ai bambini dagli stress spinali? Poiché a parole non possono spiegarci quello che sentono, i bambini spesso si esprimono con pianti inspiegabili, mancanza d’appetito, si strofinano la testa, le orecchie o hanno reazioni allergiche. Altri invece dondolano la testa come strategia naturale per autocorreggere la pressione o la tensione nelle vertebre del collo e il sistema nervoso. Capita di vederli con la tendenza ad avere la testa da un lato, o di avere una preferenza nell’essere allattati solo da una mammella. (Uno studio eseguito dal Chiropratico statunitense Vallone su 20 bambini con tali difficoltà, ha rilevato che il 75% dei neonati che facevano applicazioni chiropratiche, hanno mostrato miglioramenti nell’allattamento.) Questi comportamenti sono il loro modo di farcela contro la funzione spinale anomala e un sistema nervoso indebolito. La cura chiropratica aiuta i bambini sofferenti di coliche e anche lo schema del sonno alterato può essere ristabilito. I genitori notano altri aspetti del loro bambino migliorare. I Chiropratici vigilano sui tanti aspetti che creano interferenze nervose e che producono un’influenza negativa sul bambino.

“Mamma, mi fa male l’orecchio!”

Voglio far notare che la Chiropratica, nel senso puro della parola, non è un trattamento per sintomi o malattie, la Chiropratica non tratta la condizione, ma la persona con la condizione.

Quando la persona è più sana, sente i sintomi o le varie condizioni o malattie andare via da sole. Le infezioni alle orecchie nei vostri bambini sono un esempio di questo processo: l’otite media infantile è una condizione che sta diventando sempre più comune negli ultimi anni, è molto dolorosa, può provocare grande sofferenza nei bambini e una notevole preoccupazione nei genitori, che si sentono impotenti e timorosi di una perdita dell’udito nei loro bambini. Infatti, negli Stati Uniti il 35% delle visite pediatriche sono effettuate per questo problema.

Purtroppo la ricerca mostra che le cure tradizionali con antibiotici o mettendo tubicini nelle orecchie (timpanostomia), hanno un successo molto limitato nel fermare la ricaduta. Uno studio recente (Paradise J, M.D.) ha mostrato che con la somministrazione di un antibiotico (Amoxicillin), la funzione del sistema immunitario viene compromessa e di conseguenza i bambini hanno due volte più problemi e sono maggiormente soggetti a nuove infezioni all’orecchio, rispetto a quelli a cui è stato somministrato un placebo. Molte sublussazioni vertebrali vengono trovate spesso nei bambini sofferenti di mal d’orecchie cronico. Un “rifornimento” nervoso indebolito può rendere l’orecchio medio o la tromba di Eustachio più soggetti a un accumulo di fluido o a un’infezione.

Quindi, ristabilendo un giusto rifornimento nervoso con sicuri e naturali metodi chiropratici, il vostro bambino può essere portato alla guarigione. Uno studio scientifico chiropratico effettuato su 332 bambini affetti da otite media (Fallon J, D.C.) ha mostrato che c’è una forte correlazione tra l’aggiustamento chiropratico e la risoluzione dell’otite media.

Ricordiamoci che non stiamo attaccando i virus o i batteri ma ottimizzando le funzioni del bambino. L’intelligenza innata del corpo sa quello che deve fare per ognuno di noi e se il sistema nervoso è libero di funzionare bene i nostri corpi avranno l’opportunità di migliorarsi per stare meglio nel tempo.

Ho avuto l’opportunità di curare in casa una mia paziente di 12 anni affetta da rosolia e febbre; ebbene, dopo l’aggiustamento la febbre ha cominciato a diminuire e dopo qualche giorno è tornata a fare una vita normale. Ho insegnato a capire ai genitori che l’aggiustamento non serviva ad abbassare la febbre o a far passare la rosolia (anche se in realtà la rosolia, come anche le altre malattie infantili, serve a insegnare al sistema immunitario a “funzionare”), ma a ottimizzare la connessione tra il cervello e il corpo e lasciare al corpo la decisione da prendere (la febbre poteva anche salire per poi bruciare finalmente tutti i virus).

Tutti i genitori hanno delle aspettative dai propri figli e vogliono che raggiungano il loro pieno potenziale di salute con felicità e gioia.

Essere genitori è una grande responsabilità, ma anche una grande fonte di soddisfazioni e felicità. Nel corso della loro vita dovrete prendere delle decisioni: ricorrerete a inutili antibiotici, che “manomettono” il sistema immunitario e favoriranno ulteriori ricadute durante la crescita?

Acconsentirete a interventi chirurgici all'orecchio, o finalmente deciderete la loro guarigione naturale facendo eliminare le eventuali sublussazioni vertebrali?

Chiropratica senza dubbio!

Dato che il metodo tradizionale di lottare contro i sintomi, è costoso e poco efficiente, tanti genitori stanno cominciando a integrare lo stile di vita chiropratico nella loro vita familiare. Una rivoluzione è in atto in tutto il mondo, stiamo ricominciando a mostrare rispetto per il nostro corpo e a cercare sistemi che ci rinforzino invece di affidare la responsabilità della nostra salute a qualcun altro. Ecco perché molte famiglie stanno includendo un Chiropratico tra gli operatori sanitari che di solito consultano.

La Chiropratica guarda alla totalità della persona. Riconosciamo la priorità di autoguarigione del corpo. Impariamo che un sistema nervoso libero da sublussazioni darà l’opportunità al vostro bambino di dare il meglio di sé, durante tutta la sua vita.

 

Tutti gli articoli