Ho iniziato il mio cursus scolastico in questa disciplina nel settembre del 2002 dopo un passato poco entusiasmante nei meandri dell'università di medicina di Torino e nel mentre di una lunga pausa di riflessione su quello che avrebbe dovuto essere il mio futuro. Ho avuto la fortuna di conoscere la chiropratica attraverso gente dotata di un carisma e di una filosofia di vita che fino allora avrei considerato un’utopia ai nostri tempi, roba da romanzo o da cineteca. Mi sono dunque lanciato in quest’avventura che rimpiango non avere mai avuto occasione di considerare prima, nei miei 30 anni di vita. Appassionato di scienza medica e desideroso di mettermi al servizio della salute della gente, soltanto questa professione avrebbe potuto realizzare i miei ideali e così finalmente mi sono iscritto all'Istituto Franco Europeo di Chiropratica a Parigi. Grazie al mio passato di studente di medicina ho avuto la possibilità di accedere direttamente al 2° anno di corso dopo un incontro selettivo con i responsabili della scuola.

 

 

L’IFEC apre le sue porte nel dicembre 1983. Fin dall'inizio il programma di studio si adegua ai canoni dei colleges americani e ottiene la sua prima accreditazione internazionale nel giugno 1996, rinnovata nel 1998 e nel 2002. In costante evoluzione la sede si trasferisce a Ivry Sur Seine dove acquisisce un'area di maggiori dimensioni per ovvi motivi di spazio: aule studio più grandi, un elaboratissimo laboratorio di radiologia, aule conferenza, area svago, sala computer, biblioteca e soprattutto una moderna clinica. La vecchia sede parigina é ultimamente stata ristrutturata e adibita a sede clinica distaccata.

Il corso di studi consiste in più di 6000 ore di frequenza (teoria e pratica) distribuiti in sei anni accademici alla fine dei quali, dopo sostenimento di tesi di laurea, é rilasciato il titolo di Doctor of Chiropratic dell' European Chiropractors' Union. In aggiunta al normale corso di studi é inoltre previsto uno stage di dissezione del corpo umano nel periodo che precede l'apertura dei 2°, 3° e 4°anni accademici, durante settembre: lo stage si svolge in collaborazione con l'università di medicina di Parigi sotto la direzione del direttore del dipartimento d’anatomia nonché della clinica dell'istituto. Il corpo insegnanti é costituito da dottori in chiropratica, medicina, scienze varie tra i quali spiccano alcuni nomi illustri dell'ambito universitario e della ricerca scientifica francese ma anche internazionale; inutile affermare che é richiesta la massima partecipazione e serietà per riuscire gli studi. Degni di nota particolare sono i corsi offerti in radiologia (organizzati tutte le settimane, per tutto l'anno, per tutti i sei anni di corso), in anatomia umana  (il cui livello eguaglia quello richiesto agli specializzandi in chirurgia), e, ovviamente in tecnica.

L'istituto ospita ogni anno diversi congressi per offrire allo studente, ma anche ai già dottori, la possibilità di migliorarsi e di tenersi aggiornati. La sensazione che si ha all'interno della scuola é quella d’essere tutti una grande famiglia (ciò che dovrebbe accomunare i chiropratici di tutto il mondo) e la vita al suo interno si svolge in un’atmosfera gradevole e di totale reciproca complicità, con corpo insegnanti e amministrativo sempre disponibili alla risoluzione di qualsiasi problematica personale. Per due volte all'anno sono istituite due giornate porte aperte (che per l'anno 2005 avverranno il 9 e il 23 aprile) che danno l'opportunità al pubblico e ai futuri studenti di visitare la totalità dei locali dell'istituto (clinica compresa). 

Mi auguro di incontrare al più presto, nel tempo che mi rimane fino al dottorato, altri nuovi compagni italiani oltre ai sei che già frequentano questa scuola.

Per ulteriori informazioni mettere in contatto il sito internet www.ifec.net.

Tutti gli articoli