Sono nato nel mondo della Chiropratica, perché mio padre è un Chiropratico e nel percorso della mia vita ho riscontrato molte testimonianze di persone che sono state curate attraverso questa disciplina. Dopo aver conseguito un diploma di scuola superiore ho avuto un’esperienza diretta in uno studio di Chiropratica, dove ho lavorato come assistente.

Lì mi sono reso conto di come la Chiropratica risana i pazienti malridotti e di come lo fa puntualmente. Un caso in particolare mi è rimasto nel cuore: quello di una signora distinta che è entrata nello studio con le stampelle e aveva bisogno di essere sorretta da più braccia. Questa povera signora era in precedenza stata da altri professionisti che, però, non erano riusciti a risolvere il suo problema. Quello che mi ha colpito di più era che aveva gli occhi pieni di tristezza perché ormai aveva perso la speranza di poter tornare a condurre una vita normale.

 

 

Il Chiropratico ha fatto la sua valutazione e ha iniziato ad aggiustare i problemi che ha riscontrato sulla signora. Visita dopo visita, la signora dimostrava miglioramenti, le stampelle sono sparite, ha cominciato a camminare normalmente ed alla fine è tornata alla sua tanto desiderata vita normale. Questa esperienza mi ha davvero colpito e ho capito realmente cosa vuol dire “aiutare il prossimo”.  A dispetto di questa profonda riflessione ho deciso di esaudire un mio desiderio precedente, e di approfondire i miei studi in economia e politica per laurearmi in affari internazionali. Avendo maturato l’idea che la Chiropratica poteva diventare una mia vocazione, ho poi deciso di affrontare i corsi di scienza base, dei quali ho sempre avuto il timore, però indispensabili per poter accedere ad una facoltà di Chiropratica.

Ho trovato un corso intensivo di sei mesi in un’Università ad Atlanta, Giorgia, che mi ha fornito i crediti necessari per entrare in una facoltà Chiropratica.  A questo punto sono diventato più esigente, quindi prima di decidere a quale università avrei fatto domanda mi sono informato. Ho esaminato i curriculum di varie università e ho consultato alcuni Chiropratici in Italia e negli Stati Uniti. Alla fine ho trovato esattamente quello che cercavo: una facoltà preparata e molto professionale che fornisce un incentivo e una preparazione adatta ad entrare nel mondo del lavoro a tutti gli studenti. Il “Life Chiropractic College West” è molto forte in tutti e tre gli aspetti della Chiropratica: Scienza, Arte e Filosofia, che secondo me è molto importante per costruire una base solida per poi diventare un Chiropratico di successo. I professori sono molto competenti e ci forniscono una magnifica educazione ma più che altro danno consigli precisi importanti nelle cliniche, quando siamo a stretto contatto con i pazienti. Un aspetto stupendo dell’università è che ci sono studenti da tutto il mondo. Avere amici e compagni di studio da diversi paesi è in se’ un’esperienza fantastica, che contribuisce anche a farmi crescere come persona e Chiropratico. Ora sto terminando i miei studi, e tra circa un anno mi dovrei laureare.

È stata un’esperienza a dir poco avvincente e non vedo l’ora di iniziare a lavorare perché penso che aiutare il prossimo con la propria professione sia una delle cose che porti più gioia e soddisfazione a se’ stessi.

 

 

Tutti gli articoli