Forze universali... energia innata.

Addomestica un fulmine – e avrai la Forza Innata contenuta nel cervello umano.

L’universo è pieno di forme naturali di energia. Di fatto, secondo gli astronomi, esso è stato creato da un’esplosione di energia preesistente alla materia. La teoria del "big bang" è tuttora dibattuta, ma non c’è bisogno di teorie per riconoscere l’energia al lavoro intorno a noi: il vento che soffia tra gli alberi, i torrenti che precipitano lungo il fianco di una montagna, il lampo che squarcia il cielo, i raggi del sole che riscaldano la terra.

Per lo più, queste forze ambientali coesistono pacificamente con tutte le forme di vita. A volte, però, dimostrano la loro straordinaria potenza e il loro potenziale di distruzione. Il vento aumenta di velocità fino a trasformarsi in uragano e ad abbattere le case; le alluvioni travolgono edifici e sradicano alberi; il fulmine spezza enormi tronchi e scatena indomabili incendi.

Una tale distruzione può sembrare "priva di senso" e spesso ci portano a usare espressioni come “la natura è impazzita”, ma scienziati e ambientalisti riconoscono oggi che la devastazione ha il suo scopo nello schema naturale delle cose.

Un incendio scatenato da un fulmine, per esempio, è un modo efficace di diradare un gruppo di alberi. Quando una foresta è troppo fitta, la vegetazione lussureggiante impedisce che la luce del sole arrivi a livello del terreno, rendendo impossibile la crescita dei nuovi arboscelli. La "distruzione" portata dall’incendio consente alla nuova generazione di alberi di sfruttare la luce e il nutrimento necessari alla sopravvivenza della foresta.

Quando la stessa foresta è "gestita" dall’uomo, gli incendi naturali vengono spesso spenti, salvo poi appiccare volontariamente il fuoco in altri momenti per ottenere il risultato che l’incendio naturale avrebbe prodotto. Incendi, uragani e inondazioni non sono privi di una finalità.

Vi è un ordine che regola la loro comparsa e un’intelligenza che governa il modo in cui agiscono. L’Intelligenza Universale “sa” che le foreste devono essere diradate usando la Materia Universale disponibile allo scopo. Il collegamento che consente all’intelligenza di sfruttare la materia è l’energia naturale o Forza Universale.

Per gran parte della storia umana, il meglio che siamo riusciti a fare è stato cercare di stare alla larga da queste forze. In epoca moderna, il nostro intelletto ha messo a punto sistemi per sfruttarle a scopo produttivo.

Costruiamo generatori a energia eolica, impianti idroelettrici, canali di irrigazione, dighe e pannelli solari per sfruttare queste fonti di energia. Abbiamo perfino imparato ad adattare ai nostri scopi l’energia immagazzinata in un fulmine.

Gli esseri viventi sono come microcosmi dell’universo. Abbiamo visto come ciascuno sia dotato di una porzione dell’Intelligenza Universale, l’Intelligenza Innata. Possiedono anche la versione “specializzata” delle Forze Universali, che i chiropratici chiamano Energia Innata. La nostra Intelligenza Innata prende la Forza Universale dell’elettricità e l’adatta a scopo produttivo, proprio come il nostro intelletto ha adattato le forze naturali.

Il fatto che l’organismo umano funzioni a energia elettrica è ben documentato. In effetti, molti strumenti diagnostici non fanno altro che registrare e misurare gli impulsi elettrici generati (o, in qualche modo, convertiti da un’altra fonte) dal nostro cervello per essere utilizzati all’interno dell’organismo. Possono esistere altre forze innate all’opera nel nostro corpo, forze che non abbiamo ancora individuato, ma l’elettricità è quella di cui abbiamo dimostrato l’esistenza.

Poiché l’Energia Innata viene adattata nel nostro organismo dall’Intelligenza Innata, non può mai essere distruttiva. Ciò può avvenire solo nel caso delle forze universali “selvagge” che non sono ancora state domate dall’intelligenza innata. Inoltre, poiché l’Energia Innata è creata e guidata dall’Intelligenza Innata, in ogni essere vivente è presente il 100% dell’Energia Innata necessaria. Essa consente di alimentare il funzionamento delle cellule secondo le direttive dell’intelligenza. In natura, la materia rimane inerte fino all’applicazione di energia. Aria e acqua restano stagnanti e la struttura molecolare interna dell’albero si mantiene stabile. Solo all’applicazione di energia si verificano nella materia cambiamenti che determinano movimento e funzione.

Lo stesso avviene nell’organismo. L’Intelligenza Innata non può manipolare la materia in mancanza di energia. I muscoli non possono rilasciarsi o contrarsi secondo le istruzioni dell’Intelligenza Innata a meno che non sia presente l’energia. Di fatto, in assenza di Energia Innata, l’organismo cessa di funzionare, cessa di vivere.

L’Energia Innata, allora, funge da nesso vitale che consente all’intelligenza di esprimersi attraverso la materia. I tre elementi, presi nel loro insieme, formano la Trinità della Vita, uno dei concetti più importanti della filosofia chiropratica.

Tutti gli articoli